Come utilizzare Yoast SEO – Parte 1

Scrivere articoli che siano quanto più ottimizzati possibile dal punto di vista SEO, è un qualcosa di estremamente importante.
Da questo, infatti, dipende la visibilità che essi avranno online e la possibilità che altre persone vadano a leggere proprio i contenuti da voi realizzati.
Un articolo/testo/lavoro che non presenta queste caratteristiche è destinato ad essere poco visibile e a cadere, con ogni probabilità, nel dimenticatoio.
Tra gli strumenti più utili ed interessanti c’è, senza dubbio, Yoast SEO.

Cos’è Yoast SEO?

Yoast SEO altro non è che un plugin, offerto da WordPress, molto utile e semplice da scaricare. Nello specifico, fornisce un aiuto, fondamentale, nell’individuare tutti gli elementi che possono garantire una buona o cattiva visibilità ad un qualsiasi articolo.

In poche parole, questo servizio, permette di individuare ed andare a correggere tutti i fattori che garantiscono un “punteggio” SEO ottimale.
Ottimizzare il proprio lavoro, di conseguenza, diviene molto più semplice ed immediato, in quanto, Yoast SEO utilizza un metodo decisamente semplice e alla portata di tutti.
In particolare, questo plugin, sfrutta quelli che sono i colori tipici di un semaforo, indicando, in questo modo, se i parametri sono corretti oppure no.
Nello specifico:

  • Rosso: Necessita miglioramenti (contenuto da rivedere assolutamente).
  • Arancio: OK (contenuto che va bene ma può essere migliorato).
  • Verde: Buono (ottimo lavoro)

Naturalmente, il discorso SEO in generale è molto più ampio e tocca numerosi altri punti, tuttavia, saper utilizzare al meglio questo plugin, è fondamentale per ogni Web writer che si rispetti e può aiutare molto nella stesura di testi di qualità per il web.

Leggibilità

Il primo parametro che Yoast SEO ci fornisce è la Leggibilità. La Leggibilità indica, in sostanza, la qualità della formattazione fornita al proprio testo.
Naturalmente, meglio è formattato il testo con tutti gli elementi al posto giusto, meglio sarà ottimizzato sui motori di ricerca e potrà essere facilmente trovato online.

Nello specifico, la Leggibilità si basa su tre parametri:

  • Quantità di parole nelle varie frasi.
  • Quantità di parole per ogni sottotitolo.
  • Lunghezza dei vari paragrafi.

Ciò che bisogna comprendere, sostanzialmente, è che Yoast SEO non tollera particolarmente l’eccesso, in tutti e tre i casi.
Questo significa che, le frasi e i sottotitoli, non devono essere eccessivamente ricchi di parole (quindi periodi brevi e concisi) e ogni paragrafo deve avere una lunghezza giusta e non troppo elevata.

Il plugin, inoltre, mette a disposizione la possibilità di visualizzare gli eventuali errori, tramite una piccola icona a forma di occhio, la quale, una volta cliccata, evidenzia le frasi “incriminate”, permettendo all’utente di correggerle prontamente.

Il consiglio che si da, comunque, è di scrivere in maniera naturale e di realizzare testi di qualità che rispettino si determinati criteri, ma che non siano troppo esaustivi e con pochi contenuti, al fine di rientrare forzatamente in questi parametri.
La regola da tenere sempre a mente è: Scrivi per i lettori e non per i motori di ricerca.

Titoli e sottotitoli

Altro fattore che determina una buona Leggibilità è la presenza di sottotitoli. Avete mai sentito parlare di h2, h3 ecc? Bene sono proprio loro, vale a dire, i diversi paragrafi che permettono di introdurre un nuovo concetto all’interno dell’articolo, in riferimento, naturalmente,  all’argomento principale (es. Titoli e sottotitoli è un sottotitolo, appunto, di Come utilizzare Yoast SEO).

Per inserire un sottotitolo basta selezionare il menu a tendina sotto il titolo (dove c’è scritto Paragrafo) e selezionare il titolo che si preferisce.

Parola Chiave Principale

Una volta completato il proprio articolo e aver verificato che la Leggibilità sia a posto, è necessario assicurarsi che il proprio testo sia ottimizzato dal punto di vista SEO.
La funzione principale di Yoast SEO, infatti, è proprio quella di garantire una buona ottimizzazione, andando ad individuare quali sono i possibili errori commessi dal writer in fase di stesura.

La prima cosa da fare è andare ad impostare la propria Parola Chiave Principale o Keyword Principale. Per farlo basta scorrere fino alla fine dell’articolo e, nel menu sotto, dedicato proprio a Yoast SEO, selezionare la barra con la scritta Inserisci la tua parola…, la quale avrà un pallino grigio, in quanto non è ancora presente nessun dato da analizzare.

Fatto questo, ci si ritroverà dinanzi l’anteprima Snippet e sotto, di fianco al simbolo di una chiave, la scritta Parola Chiave Principale.
Al di sotto di questa scritta, nell’apposita barra, è possibile andare ad indicare quale è la Keyword sulla quale si basa, sostanzialmente, tutto il testo.

Per consigli circa la scelta delle varie Keyword da utilizzare, ti invito a leggere l’articolo Come scegliere le Keyword dove appunto si parla proprio di questo argomento.

Una volta impostata la propria Parola Chiave, Yoast SEO farà, in automatico, un rapido controllo del testo, per verificare che la parola chiave sia presente nel testo e che lo stesso sia ottimizzato al meglio.
Sotto alla barra dove la Keyword è stata scritta ci sarà un elenco di vari punti, i quali, sempre tramite l’utilizzo dei colori visti in precedenza (Rosso, Arancione e Verde) indicheranno se i parametri sono stati rispettati al meglio o meno.

Nello specifico, ciò di cui ci si dovrà preoccupare è:

  • Parola chiave presente nel titolo: parametro decisamente molto importante, meglio che il titolo cominci proprio con la Keyword in questione.
  • Ricorrenza della Parola Chiave: indicata in percentuale, non deve essere troppo elevata altrimenti l’intero testo potrebbe essere penalizzato dai motori di ricerca.
  • Utilizzo Parola Chiave: Yoast SEO verifica che non sia mai stata utilizzata prima.
  • Presenza della Parola Chiave nell’URL della pagina.

La prima parte termina qui, per fornire anche il tempo di analizzare e testare quanto detto. Nella Parte 2, che ti invito a leggere, ho analizzato gli altri punti focali sui quali Yoast SEO è incentrato, con consigli su come ottimizzare al meglio i propri articoli.

Potrebbe interessarti anche:

Federico Capuano

Autore e Collaboratore presso diverse redazioni online in particolare mi occupo di scrittura e copywriting con revisione e stesura di testi in ottica SEO. Scrivo praticamente da quando ne ho memoria e grazie a tanto impegno, dedizione e continui miglioramenti sono riuscito a rendere la mia passione un lavoro.

More Posts - Website

About the Author

Federico Capuano
Autore e Collaboratore presso diverse redazioni online in particolare mi occupo di scrittura e copywriting con revisione e stesura di testi in ottica SEO. Scrivo praticamente da quando ne ho memoria e grazie a tanto impegno, dedizione e continui miglioramenti sono riuscito a rendere la mia passione un lavoro.

Be the first to comment on "Come utilizzare Yoast SEO – Parte 1"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*